loghi FSE

The Way We Learn

header sustainable mobility
PERCHÉ FARE UN’ESPERIENZA ALL’ESTERO

"Nell’economia contemporanea, le organizzazioni riconoscono il capitale di conoscenze espresso dalla forza lavoro come un elemento cruciale per il loro successo.
La costruzione di un network di talenti, è strettamente connesso alla realizzazione degli obiettivi strategici delle organizzazioni e alla loro competitività nel mercato.
Per questo oggi più che mai, le organizzazioni riconoscono come talenti quelle persone che sanno leggere le influenze internazionali, sviluppare nuove competenze, innovare processi servizi e prodotti.
Nel settore della mobilità sostenibile, avere stakeholders internazionali è in molti casi una parte del lavoro quotidiano.
Pianificare, organizzare e monitorare le risorse necessarie al trasporto di persone e/o merci, organizzare e sovraintendere le attività di supporto al trasferimento di persone e/o merci e di assistenza a clienti e fornitori, richiede la capacità di creare relazioni con partner di altre culture basate su principi di efficienza e mutua comprensione.
Un mese di lavoro in un’azienda estera, permette a giovani talenti di sperimentare sulla propria pelle cosa vuol dire lavorare in Europa e cominciare a sviluppare una professionalità di livello internazionale, confrontandosi con modi di lavorare diversi da quelli in cui siamo nati e cresciuti, parlando una lingua diversa e prendendo consapevolezza delle articolate realtà internazionali che incontreremo nell’esercizio della professionalità maturata anche grazie alla work experience"

IL PROGETTO

Fondazione ITS prevede la possibilità di un tirocinio estero per i suoi allievi con gli obiettivi di ampliare le loro work-experience e per incrementarne le competenze professionali e linguistiche, al fine di rendere la loro professionalità più spendibile nel mercato del lavoro.
La Fondazione ha coinvolto due partner storici (agenzie formative in UK e in Spagna considerati tra i più importanti snodi strategici internazionali) che vantano una importante rete di contatti aziendali legati al settore della logistica e non solo.

L’attività è a numero chiuso e la Fondazione si riserva di selezionare i candidati.

L’esperienza all’estero prevede:

  • 1 settimana: inquadramento culturale e formazione linguistica
  • 2, 3 e 4 settimana: inserimento degli allievi all’interno di aziende di settore per lo svolgimento di un’attività professionalizzante commisurata alle competenze di profilo professionale del corso di appartenenza.
  • Nei fine settimana o durante il tempo libero, sono proposte esperienze e/o visite culturali guidate.

Gli studenti tirocinanti avranno a disposizione in loco servizi residenziali e supporto ai trasporti.
Un tutor sarà a disposizione per il monitoraggio della qualità dell’esperienza e del benessere dei partecipanti.